18 luglio 2008

Taboulé di fregola, per il brunch estivo

In questi giorni ho frequentato poco i miei blogs preferiti, perché la mia solita mancanza di tempo è stata "aggravata" (beh... ce ne fossero più spesso di contrattempi così...) da un'imprevista, breve vacanza in quel di Siena. Al ritorno ho avuto notizia del brunch estivo organizzato da Grazia e Cocò, il cui termine tra l'altro sta per scadere (dopodomani, domenica 20).
Nelle ultime settimane ho cucinato e fotografato parecchio, ma di tutto ciò ho postato poco, quindi non è stato difficile trovare una ricetta inedita adatta all'occasione.
Questa mi sembra perfetta: un taboulé preparato non con il tradizionale bulgur ma con una nostranissima (sarda, per la precisione) fregola, profumata di basilico e con le onnipresenti, inevitabili zucchine (perché uno dei miei dilemmi estivi è: come smaltisco la valanga di zucchine che mi crollano addosso ogni volta che apro il frigorifero? gli orti di famiglia ne rigurgitano come vulcani in costante eruzione, ogni volta che torno da casa di mia mamma, di mia suocera, di mia zia, mi porto appresso una borsa piena di zucchine, che si sommano a quelle portate a casa la volta precedente...).

TABOULE' DI FREGOLA CON FETA E ZUCCHINE, accompagnato da PESTO DI BASILICO E PISTACCHI

Non fornisco dosi, regolatevi in base al numero dei commensali, tra l'altro, trattandosi di un piatto freddo, non ci sono problemi di avanzi... quello che non va mangiato a pranzo (o meglio, per il brunch, considerata l'occasione) torna buono per l'aperitivo serale.

Lessare la fregola in acqua salata, quindi farla raffreddare velocemente.
Tagliare le zucchine a spicchi (utilizzatene di non troppo grandi) e poi affettarle abbastanza sottilmente, scaldare poco olio e.v.o. in una padella e cuocere le zucchine per qualche minuto a fiamma vivace, poi coprire con un coperchio e proseguire la cottura per altri 5 minuti. Spegnere, far raffreddare e unire alla fregola in una capace insalatiera. A questa miscela unire del formaggio feta sbriciolato (se è troppo salato, lasciatelo in acqua fredda per un po' e poi sgocciolatelo bene prima di utilizzarlo), del basilico spezzettato con le mani e dell'erba cipollina (che potete anche sostituire con un cipollotto affettato finemente, se vi piace). Condire con olio e.v.o. (per il sale regolatevi in base al grado di sapidità del formaggio) e tenere in frigorifero.

Preparare un pesto genovese sostituendo metà dei pinoli (o anche tutti, se preferite) con pistacchi non salati (da sbollentare e poi sbucciare prima dell'utilizzo, se volete che resti bello verde).
Al momento di servire, accompagnare il taboulé con un cucchiaino di pesto (che, a scelta, si può mescolare alla fregola o spalmare su crostini).

Potete approfittare di questa ricetta per preparare una piccola scorta di pesto da tenere in congelatore... se non in questa stagione, quando altro, sennò?

19 commenti:

Micaela ha detto...

che bello, sono la prima!!! buonissima ricettina, fresca e leggera! complimenti!

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

Ottima idea! Con le salutari zucchine e il profumo del pesto! Anche io in questi giorni sto facendo scorta di pesto per l'inverno! Buon fine settimana!

Aiuolik ha detto...

Di certo non ho problemi a trovare la fregola per cui mi sa che la proverò!

Ciaooo,
Aiuolik

manu_silvia ha detto...

Bellissima idea per utilizzare zucchine e basilico (ne abbiamo grandi quantità di entrambi...)Il pesto lo conserviamo moltissimo anche noi..è inevitabile..con tutto il basilico che c'è.Scusa l'ignoranza, ma non sappiamo dove è possibile trovare la fregola..ed eventualmente, con cosa si può sotituire??

Alex e Mari ha detto...

Mi piace questa rivisitazione italiana del taboulé! Avevo adocchiato già le foto su flickr. Splendidi colori.
Buon WE, Alex

elisabetta ha detto...

*Micaela, grazie :))

*Twostella, io ne sto preparando di vari tipi, approfittando delle erbette estive

*Aiuolik, se non la trovi tu...!!!

*Manu_silvia, il taboulé di solito si prepara con il bulgur, lo trovate in qualsiasi negozio di alimentazione naturale (NaturaSì, per esempio). La fregola invece la trovate nelle gastronomie ben fornite (è un formato di pasta sardo). In alternativa vanno bene i grattini oppure del cous cous (che però in questo caso è un po' troppo fine)

*Alex, il taboulé tradizionale lo preparo piuttosto spesso, stavolta avevo voglia di una variante nostrana :)

Geillis ha detto...

anche nell'orticello di mio padre, da questo periodo in poi, è un'esplosione di zucchine, ed allora bisogna trovare tanti modi per cucinarle, perchè sarebbe un peccato sprecarle...
per ora ho fatto le zucchine al gratin e un tortino di zucchine e uova al forno, poi ci ho fatto la frittata, poi lesse e per fortuna sono finite, almeno per ora
:-))
Alla prossima raccolta, mi inventerò qualcos'altro, magari provo la tua, di ricetta...

p.s. cos'è la fregola?
A Roma avere la fregola vuol dire essere impazienti, andare di prescia...
:-)
cos'è, un cereale?

Fra ha detto...

Spettacolare Elisabetta: tu e il piatto che hai preparato.
Sono contenta di averti fatto conoscere Ottlenghi; se ci vai scrivimi come è effettivamente la loro cucina, perchè il libro è stratosferico
Un bacio e buon w/e

Luca and Sabrina ha detto...

Qualcosa di meraviglioso, la classe non ti manca! Ci piace tantissimo, sapori e profumi elevati all'ennesima potenza!
Baci da Sabrina&Luca

Carla ha detto...

Ciao Elisabetta! Come sempre sei una maestra in cucina, bei piatti e accostamenti! per non parlae delle foto.. e in più conosco sempre cose nuove:)
Un baio e buona giornata :-D
Carla

Pippi ha detto...

hummm estivissima questa ricetta brava! buona domenica Pippi

NIGHTFAIRY ha detto...

Che delizia questa ricetta, copiata!

Anonimo ha detto...

come ti capisco...io le zucchine ormai me le sogno di notte! pasta con le zucchine, frittata di zucchine, zucchine ripiene, zucchine al vapore, zucchine saltate, zucchine grigliate, zucchine fritte, zucchine in carpione, zucchiiiiiiiiiineeeeee...!!!!
cerco sempre nei miei blog preferiti spunti nuovi per piazzarle nuovamente in tavola senza sentirmi dire "ancora???", dunque GRAZIE! (premessa lunga, finale lampo)

CIAAAAO-marta (la marconiana)

cocozza ha detto...

Buono questo piatto e soprattutto fresco e il massimo che lo si prepara anche prima devo solo trovare la fregola
buon inizio settimana cocozza

campo di fragole ha detto...

Bella fresca e pure deliziosa!! Quello che ci vuole. La fregola ancora non l'ho mai assaggiata... vista piu' volte nei blog, rimane qualcosa da provare appena sono in Italia :)
Un bacio
Daniela

elisabetta ha detto...

*Geillis, la fregola è un formato di pasta sarda, fai conto di vedere dei grossi grattini

*Fra, ci andrò di sicuro!

*Luca&Sabrina, d'estate basta una manciata di erbe aromatiche e anche il piatto più semplice diventa una piccola meraviglia!

*Carla, mi fai arrossire!!!

*Marta,

*Pippi, Night, è una ricetta molto rinfrescante e decisamente poco impegnativa ;)

*Marta, ....e ci sono pure i dolci...

*Cocozza, se la trovo io qui a Mestre, di sicuro c'è anche da te, che geograficamente sei più vicina alla Sardegna :))

*Dany, intanto puoi provare usando del bulgur, quello certamente c'è anche in Spagna

sandra ha detto...

tra le poche cose verdi che posso mangiare gli zucchini ci sono!
Questo non me lo faccio scappare, cara Elisabetta!
Buon pomeriggio

elisabetta ha detto...

Bè, allora stai sicura che non morirai di fame, in questa stagione...! ;D

brii ha detto...

ho provato la fregola una volta sola. mi è piaciuta tantissimo!!
devo ancora trovarla qui nella mia zona. sigh!
bella ricetta grazie..
ti posso consigliare un pesto di zucchine?
http://briggis-recept-och-ideer.blogspot.com/2008/07/pesto-di-zucchine.html

che poi congelare.
oppure
con quelle più grandi li puoi mettere via così:
zucchine agro-piccanti
http://www.peccatidigolaediamicizia.com/viewtopic.php?f=69&t=2649


bacioniiii