08 gennaio 2009

Il tè greco di montagna, piacevole scoperta

La mia sorellina "quasi greca" questa volta mi ha portato, da quel di Salonicco, il tè più amato dai greci. Forse (anzi, certamente) qualcuno di voi già lo conosce, per me era una novità ed è stata proprio una scoperta piacevole.

sideritis syriaca

Non si tratta, in realtà, di vero e proprio tè, ma di una pianta che cresce sulle montagne del Mediterraneo orientale (qui in Italia la si trova al sud, per esempio sulle Madonie). Il suo nome botanico è Sideritis syriaca, in italiano viene definita Stregonia siciliana. In inglese è conosciuta anche come shepherd's tea, il tè dei pastori (ho inserito anche il link alla pagina in inglese perché più completa di informazioni rispetto a quella italiana). La pianta viene raccolta e fatta essiccare a mazzi, si utilizza tutto (fusto, foglie, fiori) facendone un infuso come per un normale tè, da servire preferibilmente con limone e miele. E' una bevanda molto amata nei Balcani meridionali (Grecia, Albania, Macedonia, Bulgaria). Qui trovate qualche suggerimento per il suo utilizzo.
E' molto buono, con un aroma che ricorda la tisana di tiglio, ed in questo periodo dell'anno è anche di grande aiuto per il nostro fisico, essendo da sempre utilizzato per combattere le infreddature invernali e potenziare il sistema immunitario.
Purtroppo non saprei dirvi come reperirlo in giro, nemmeno on-line mi pare di averne visto in vendita, ma se vi capita di andare in vacanza in Grecia o di avere qualcuno che ci abita, approfittatene per acquistarne (o per farvene mandare) un certo quantitativo, ne vale la pena. Lì lo si trova in qualsiasi negozio di generi alimentari.

35 commenti:

Ciboulette ha detto...

Ciao Elisabetta, tanti auguri di buon anno prima di tutto!!!

Che bella la foto di quei fiori di te...secondo te contiene teina, quindi e' un vero e proprio te?? PErche' in caso contrario, visto che la teina mi fa male, lo cercherei perche' la descrizione mi alletta :)

Baci!

Anonimo ha detto...

Grazie del suggerimento... sembra molto intereassante!
Ciao,
Orchidea
www.viaggiesapori.blogspot.com

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

Interessante! Sto bevendo moltissimo tè ultimamente e sono sempre grata per nuove idee. Chiederò ad amici greci.

Un bacione
Alex

comidademama ha detto...

Bellissimo questo nuovo ingrediente. Mai sentito, la mia zia che vive ad Atene (dopo 20 e passa anni ormai è greca, un po' come la tua) è come me un'appassionata del caffè e quindi non mi è mai capitato di assaggiare, ma adesso che lo so proveremo!

Bentornata e spero stiate tutti meglio. Buon inizio di anno.

Mercè ha detto...

BEN TORNATA!!!
Interessante il post, lo cercherò in erboresteria.
D´abitudine abbiamo molte erbe in casa perche noi piaceno molto le tisane.
BUON 2009

Lo ha detto...

ma è davvero interessante...da tenere in mente...chissà magari prima o poi si incontra ;)

Romy ha detto...

Grandioso! Io sono una patita di tè e tisane, e questa non me la perdo per niente al mondo! Grazie mille per la dritta...mi metto subito al lavoro, perchè sono troppo curiosa di assaggiarla! Un abbraccio :-)

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

Interessantissimo! Non lo conoscevo, grazie per le informazioni!
Auguri, ancora auguri di fronte a una bella tazza di infuso bollente!

lenny ha detto...

Che belloo scoprire sapori nuovi: questo tè è davvero molto interessante.
Ciao

elisabetta ha detto...

*Ciboulette, auguri anche a te :))
Questa bevanda non contiene teina, la pianta proprio non ha legami con quella del tè

*Orchidea, chissà, magari in Svezia si trova più facilmente che qui...

*Alex, sono certa che i tuoi amici lo conoscono, baci

*Elena, a te quindi non mancheranno le occasioni per cercare questo prodotto.
Stiamo così così, ci sentiamo via mail :)

*Mercé, auguroni anche a te e buona ricerca

*Lo, infatti io l'ho incontrato senza nemmeno sapere che esistesse

*Romy, se ami le tisane questo in realtà ci assomiglia di più, rispetto ad un classico tè. E' profumatissimo, sia da secco che dopo essere stato infuso

*Twostella, appena riesco a fare un salto in Piemonte, una tazza di tè insieme ce la prendiamo di sicuro!

*Lenny, il bello è proprio sapere che non si finisce mai di scoprire cose nuove, no?

fiordisale ha detto...

buon anno tesoro, spero che vada tutto bene... oltre agli auguri vorrei affibbiarti un premio, lo vuoi?
:-)

anna righeblu ha detto...

Piacevole e curiosa scoperta anche per me... da tenere a mente!
Mi piacerebbe almeno sentirne il profumo, visto che è intenso e gradevole.

Un abbraccio

FrancescaV ha detto...

una novità anche per me, chissà se riesco a trovarlo da Castroni qui a Roma. Nelle ultime sere sto bevendo molte tisane calde, sia per conciliare il sonno che per 'scaldarmi' da dentro. Potrebbe essere una valida altrenativa, visto che si utilizza anche contro i malanni i stagione. Grazie delle preziose info.

fedeccino ha detto...

Ciao Elisabetta, grazie della visita !
Ho dato una prima occhiata al tuo blog, mi e' piaciuto fin da subito l'impatto della sua impaginazione pulita e luminosa, ed ho gia' tratto diverse ispirazioni, come il pesto di zucca e radicchio, che credo che provero' oggi stesso.
A presto ! Federica

Aiuolik ha detto...

Non conoscevo questo tè| Che bello conoscere i sapori degli altri paesi!

Ciaoooo!

Carolina ha detto...

Ciao!
Avrei una nuova raccolta da proporti e alla quale invitarti a partecipare. Se hai tempo passa a trovarmi:

http://lericettedicarolina.blogspot.com/2009/01/raccolta-carnevale-ogni-ricetta-vale.html

Grazie e a presto!

elisabetta ha detto...

*Gì, *__*

*Anna, il profumo è davvero delizioso

*Francesca, da Castroni, chissà, tiene talmente tanta roba... hai visto mai che ci trovi pure questo?

*Fedeccino, grazie, sei troppo gentile, e mi fa tanto piacere se provi le mie ricette :))

*Aiuolik, finché c'è la sorella girovaga, ogni tanto a casa qualche novità arriva :D

*Carolina, volentieri!

adina ha detto...

grazie dell'info!! me lo dovrò ricordare quando vado in grecia la prossima volta (che a me la gracia piace da matti!).. anzi, a pensarci ora.. con tutto 'sto freddo che abbiamo...

Morrigan ha detto...

ma grazie per il post e per avermi fatto conoscere quest'erbetta!
Salutoni!
^___^

Anonimo ha detto...

piu che in grecia il te di montagna si usa in albania tutto l inverno è buonissimo speciale cmq si trova al est del albania a korca e vari posti piu in giu

criscucina ha detto...

Ciao, sono nuova in questo blog (a proposito, complimenti, è bellissimo), ma non ho potuto fare a meno di intervenire...lo "tsai vounou" (tè di montagna) mi ricorda mia nonna che arrivava ogni Natale dalla Grecia con pacchi e pacchi di alimenti, fra cui questo...un vero ricordo tipo madeleines di Proust, peccato che a me il tiglio proprio non piaccia (mi tengo lontana anche dagli alberi quando fioriscono), però vedere la foto mi ha riportato all'infanzia...

elisabetta ha detto...

Grazie a tutti per qusti ultimi interventi :)
mia sorella ha passato la maggior parte degli ultimi cinque anni nel nord della Grecia e da più di tre vive e lavora stabilmente a Salonicco.
Certe abitudini locali, come questo tè, fanno ormai parte della sua quotidianità ed è sempre un piacere quando, durante le sue visite a casa, condivide tutto questo con noi :))

Anonimo ha detto...

dovunque si trova il té di montagna è buonissimo sia in grecia o albania.ps korca(coriza)si trova ad ovest.il té si puo trovare anche in centro del albania nei mercati,negozi di alimentari.buon assaggio a tutti.BACI

Anonimo ha detto...

tutto puo essero greco ;a parte il te di montagna che ha un nome ;made in
albania ,grazie al dio ,in quale i greci dihano che credano.IL te di montagna cresce in modo naturale nelle montagne ALBANESE

Anonimo ha detto...

i greci una cosa hanno a parte rispeto ai altri ;PABESINE ma non il te di montagna

Anonimo ha detto...

Questo e' quello che al paese mio (Albania) si chiama semplicemente the di montagna, e' il più diffuso da centinaia di anni,si trova allo stato grezzo venduto anche per le strade :) x pochi spiccioli. Ottimo, ci sono cresciuta con questo the, aromatico e buonissimo con il limone spremuto dentro, indicatissimo x raffredore e non solo...

il marpione ha detto...

ciao a tutti!
il the di montagna tradiziolnale albanese cresce in maniera naturale in luoghi inesplorati e vergini delle montagne albanesi sopra i 1000 metri d'altezza.il the è conosciuto con il nome scientifico "sideritis" che vuol dire cio che assorbe il ferro o cio che è ferro.questo the è stato studiato per la prima volta intorno al 320 d.C dai medici dell'epoca che utilizzavano questo the come una medicina naturale.il the nasce e cresce nei seguenti paesi Albania,Bulgaria,Grecia,Macedonia.il the soprattutto quello cresciuto in posti aspri e iesplorati come le montagne albanesi è utile a: combattere le malattie cancerogene,rafforzare il sistema immunitario,e combattere le malattie come il raffreddore.un suggerimento prima di chiamare tutto "greco"..di greco cè solo il nome..ma d'altronde la storia che viene raccontata ed insegnata in occidente è come l'occidente stesso MARCIO fino al midollo.grazie.e rroft shqiperia!

Anonimo ha detto...

Buongiorno, qualche giorno fa un collega mi ha portato dall'albania esattamente questo tipo di te e cercando informazioni in google mi sono imbattuta su questo interessante blog. Qualcuno sa dirmi la quantità di foglie/fusto/fiori necessaria per una tazza? Ci va un rametto intero (circa 20cm) o è troppo? Grazie in anticipo per le informazioni che potrete darmi!

Erald Breshani ha detto...

Prendine un po, piu o meno 4 5 rametti. e li fai bollire 2 volte.

Io lo bevo quasi ogni giorno come il mio nonno che ha ormai 90anni haha. e non ho quasi mai problemi al raffreddore. e me lo porto sempre in Italia. Qui in Albania una mazzetta kosta 100 leke quasi 75cent.

Stefania ha detto...

La trovate in vendita da Peters Teahouse, io l'ho comprata oggi!

Anonimo ha detto...

a Peter's tea house costa un sacco... fattelo regalare da amici albanesi ;)

Anonimo ha detto...

Non è un the quindi NON contiene teina nel modo più assoluto, è una tisana. Io l'ho presa attraversando la catena montuosa del Taigeto (Peloponneso) dove dicono che la qualità è particolarmente buona. L'ho fatto assaggiare a varie persone ma non a tutte piace, ha un sapore particolare. Io lo gradisco

Anonimo ha detto...

non è solo il tè dei greci, ma è il tè di albanesi, bulgari,macedoni ecc penisola balcanica...noi siamo cresciuti con quello e sapiamo apprezarlo e lo usiamo tutt'ora.

Anonimo ha detto...

Ed il posto "non marcio" sarebbe l'Albania??!? Andiamo bene...fammi vedere un parlamentare di Tirana che non sia corrotto fino all osso ed ubriaco di rakia alle 10 e poi ne riparliamo eh, testone balcanico...nel senso che avete tutti una testa enorme

chiararte pinto ha detto...

Nel nostro negozio Quotidiano point in provincia di Napoli lo abbiamo! Trattiamo tè e caffè e facciamo spedizioni ! ciao